SPEDIZIONE GRATUITA per ordini superiori a 70€!

Grandi Formaggi

Grandi Formaggi: smettete di rinunciare a gusto e qualità

Posted On Novembre 17, 2019 at 5:18 pm by / No Comments

Al giorno d’oggi si cerca di avere sempre un occhio di riguardo alla qualità di ciò che si porta in tavola, senza rinunciare ad una nota di gusto per la maggior parte degli alimenti. E i formaggi? Perché accontentarsi? Perché limitarsi ad acquistare un prodotto standardizzato e anonimo da banco, precludendosi una gustosa e salutare scoperta?
Oggi andiamo a vedere quali sono le differenze sostanziali tra i prodotti acquistati quotidianamente e quelli invece che fanno parte della nostra proposta e visione.
Partiamo da un dato di fatto: nella grande distribuzione ciò che conta è raggiungere la quantità stimata, nel modo più efficiente (a livello economico ovviamente) possibile. Cosa comporta questo? Raramente, se non mai, gli animali hanno la possibilità di vivere un effettivo pascolo o semplicemente prendere una boccata d’aria: in nome dell’ottimizzazione di tempi e spese vengono tenuti rinchiusi in piccole stalle o capanni e nutriti a fieno non autoctono che viene infatti acquistato da aziende che raccolgono l’erba da molte aree differenti, spesso dall’estero.
Il latte raccolto non è ne identificativo di una zona geografica ne contiene tutti gli enzimi e aromi legati al territorio.

Pensate che il processo di “appiattimento” finisca qui? Vi sbagliate, e di grosso!
Il latte prodotto viene pastorizzato e trasportato nei laboratori dove avverrà poi la trasformazione. Pastorizzare il latte significa eliminare tutte le sostanze nutritive. La produzione, come giusto che sia, avverrà in luogo asettico e con il lavoro dei casari e l’aiuto dei chimici verrà fuori la tanto attesa forma di formaggio che vedrà in seguito il processo di stagionatura e conservazione.
Risultato? Del buon formaggio dal sapore anonimo e dalla consistenza gommosa.

Vediamo invece come viene prodotto un formaggio selezionato dallo staff Grandi Formaggi.
La prima selezione viene fatta a monte: gli animali devono vivere in maniera sana e rispettare un periodo di pascolo, devono nutrirsi di vegetazione, fiori e frutti autoctoni per conferire al sangue tutte quelle sostanze nutritive identificative di quella specifica area geografica.

Il latte prodotto viene raccolto e lavorato al momento e senza pastorizzazione così da mantenere tutti gli enzimi, i fermenti e i batteri. E per quelli pastorizzati? Niente paura! Anche in quel caso siamo sempre attenti a valutare il meglio, offrendo formaggi pastorizzati ma ugualmente provenienti da una produzione non massificata.
Le tecniche artigianali e le ricette che il casaro segue (sempre rispettando la legislazione in fatto di pulizia e procedure) daranno vita al formaggio che verrà poi, prima della commercializzazione, conservato in celle frigo ad una precisa temperatura. L’occhio alla stagionatura non fa eccezione, prediligendo ambienti tipici come cantine o grotte, in nome della tradizione e della tipicità.
Un processo lento, controllato e a produzione familiare, supportato da una ricercata selezione di gusti naturali e unici… Decisamente qualcosa che NON troverete nei banchi frigo dei supermercati.
Risultato? Un’esperienza culinaria pronta ad esplodervi in bocca, dalla giusta fragranza e dal profumo inebriante ricca di sapori locali ed identificativi di un ben preciso territorio.

Condividi (e seguici) sui social:
RSS
TWITTER
Visit Us
Follow Me
LINKEDIN
Share
Instagram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *